La grande sfida dei Big Data, tra privacy e progresso (Mario Rasetti a Segnavie, Padova)

I Big Data sono una potenzialità o una minaccia? È la domanda che appare nel titolo dell'incontro in programma mercoledì 17 ottobre all'Auditorium dell'Orto Botanico di Padova, in cui il presidente della Fondazione ISI Mario Rasetti sarà intervistato dal giornalista del Sole 24 Ore Luca Tremolada. La questione è attuale, alimentata dagli impressionanti numeri della rivoluzione digitale: le stime secondo cui in un solo anno (il 2016) abbiamo prodotto tanti dati quanti ne ha prodotti l'umanità nella sua intera storia, il progressivo e continuo aumento dell'intensità di questa produzione, l'idea che – solo con le telecomunicazioni – ogni anno si genera una quantità di byte pari a 340 miliardi di copie di Guerra e pace.

Più che il volume dell'informazione, però, ad attirare la crescente preoccupazione sui media è il suo intreccio con le vite delle persone: un rapporto che diventa sempre più stretto man mano che ci addentriamo nella Internet of Things, accompagnati da miliardi di dispositivi che sono sempre con noi, catturano informazioni e comunicano tra loro. «È corretto preoccuparsi della privacy, mentre non lo è presentare la rivoluzione digitale come un disastro», spiega il professor Rasetti, «Se mettere a disposizione i miei dati permette un avanzamento della medicina o serve per battere il terrorismo, le conseguenze sono positive. Il digitale è un po' come la fisica nucleare: si presta ad applicazioni molto utili e al tempo stesso apre la porta a direzioni negative. Esattamente come il nucleare ha permesso di creare macchine per curare i tumori, ma anche la bomba atomica”.

A Padova si parlerà di intelligenza artificiale, sistemi complessi, ricerca scientifica, algoritmi e loro applicazioni al mondo dell'economia e alla società. L'incontro è il penultimo appuntamento di «Segnavie. Orientarsi nel mondo che cambia», rassegna ideata e realizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e di Rovigo per ragionare sul viaggio della modernità, affinando lo sguardo e spingendolo oltre i confini del presente.

Big Data. Si può sapere tutto di tutti: potenzialità o minaccia?, Padova – Auditorium Orto Botanico, mercoledì 17 ottobre 2018, ore 17.45. Ingresso gratuito con registrazione obbligatoria. Link: http://www.segnavie.it/big-data/