Big Data e salute: miti, sfide e straordinarie prospettive di una nuova frontiera della ricerca

Qual è il rapporto tra Big Data, innovazione, ricerca e salute? Quali nuovi orizzonti la scienza dei dati sta aprendo nel settore della epidemiologia? Quali sono le sfide, gli ostacoli, le incognite e i possibili rivoluzionari traguardi? A queste e altre domande ha risposto l'intervento del ricercatore di ISI Foundation Michele Tizzoni al convegno “Epidemiologi(a): quale futuro?”

Tradizionale appuntamento di primavera, organizzato dal 26 al 27 marzo a Roma dall'Istituto Superiore di Sanità e dall'Associazione Italiana di Epidemiologia, l'evento si è concentrato soprattutto su due temi cruciali per il futuro della sanità pubblica: la situazione e le prospettive del precariato nei settori territoriali, negli enti di ricerca e nelle università, e la disponibilità di nuove fonti e nuove tipologie di dati.

Michele  Tizzoni, che presso ISI Foundation è leader di ricerca in “Computational Digital Epidemiology” e “Data Science for Social Impact”, è intervenuto nella mattinata della seconda giornata del convegno,  dedicata alla scienza dei dati. Tizzoni ha spiegato cosa sono i Big Data e perché potrebbero giocare (e stanno già giocando) un ruolo decisivo nell'apertura di nuove frontiere nel campo dell'epidemiologia computazionale e – più in generale – della ricerca applicata alla salute.

“Cosa sono i Big Data”, Michele Tizzoni, Epidemiologi(a): quale futuro?, Roma, 27 marzo 2018. Link:http://www.epidemiologia.it/wp-content/uploads/2018/03/Programma-Convegno-ISS-AIE-2018_finale_4.pdf